L’icona del sole chiuso nella bottiglia suggerisce la conservazione del surplus stagionale e una miriade di altri modi, tradizionali e nuovi, per catturare e conservare energia. Riflette anche la lezione principale della scienza biologica: tutta la vita è, direttamente o indirettamente, dipendente dall’energia solare catturata dalle piante verdi.

Il proverbio «Prepara il fieno finché c’è il sole» ci ricorda che abbiamo un tempo limitato per raccogliere e conservare energia e che non possiamo affidarci ai capricci delle stagioni.


Principio 2. Raccogli e conserva energia

Viviamo in un mondo di ricchezza senza precedenti che è il risultato dello sfruttamento delle enormi riserve di combustibili fossili creati dalla terra nel corso di miliardi di anni. Abbiamo usato una parte di queste ricchezze aumentando lo sfruttamento delle risorse rinnovabili del pianeta fino ad un livello insostenibile. La maggior parte degli impatti negativi di questo eccesso di prelievo si manifesterà come declino anticipato delle energie fossili disponibili. Utilizzando un linguaggio finanziario, viviamo consumando il capitale globale in un modo così imprudente che manderebbe in bancarotta qualsiasi azienda.

È necessario che impariamo a mettere in serbo e reinvestire la maggior parte della ricchezza che attualmente stiamo consumando o sprecando, di modo che i nostri figli e discendenti possano avere un avita accettabile. La base etica per questo principio non potrebbe essere più chiara. Sfortunatamente le nozioni convenzionali di valore, capitale, investimento e ricchezza non sono utili in questo compito.

Mi viene giusto in mente quella famosa citazione "quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato, vi accorgerete che non si può mangiare il denaro"...

Concetti inappropiati riguardo cosa sia la ricchezza ci hanno condotto ad ignorare le opportunità di catturare i flussi locali di forme di energia rinnovabili e non rinnovabili. Identificare ed agire su queste opportunità potrebbe fornirci l’energia con cui possiamo ricostruire il capitale, e nello stesso tempo darci una “rendita” per i nostri bisogni immediati.

Questo principio tratta della raccolta e della conservazione a lungo termine dell'energia, ossia di risparmi e investimenti per costruire capitale naturale e umano. La produzione di reddito (per bisogni immediati) viene trattata nel principio 3.

Alcune tra le fonti di energia includono:
• Sole, vento e flussi di acqua
• Risorse di scarto dalle attività agricole, industriali e commerciali.

Le più importanti forme di immagazzinamento di valore futuro comprendono:
• Suolo fertile con alto contenuto di humus
• Sistemi di vegetazione perenni, specialmente alberi, produzione di cibo ed altre utili risorse
• Bacini idrici e serbatoi
• Edifici solari passivi

Il ripristino ecologico pianificato è una delle espressioni più comuni del pensiero ambientalista nei paesi ricchi, ed è un valido elemento nella progettazione della permacultura quando consideri le persone come parte integrante dei sistemi ripristinati. Ironicamente, l’abbandono dei territori rurali più marginali in molti paesi ricchi e in via di sviluppo, dovuto alla caduta dei prezzi delle materie prime, e la loro sostituzione con sistemi intensamente assistiti da combustibili fossili, ha creato moderne lande desolate su una scala molto più ampia del ripristino ecologico pianificato. Questo abbandono ha alcuni effetti negativi, come il collasso della gestione tradizionale dell’acqua e dei sistemi di controllo dell’erosione, ed anche un aumento degli incendi, ma in altri luoghi ciò ha permesso alla natura di ricostruire il capitale biologico del suolo, delle foreste e della fauna senza l’apporto di risorse non rinnovabili.

Mentre i modelli a basso costo e sostenuti dai combustibili fossili per ricostruire il capitale naturale sono espressioni importanti di questo principio, possiamo anche pensare all’esperienza collettiva, al sapere, alla tecnologia ed al software derivante da generazioni di abbondanza industriale, come un’enorme scorta di ricchezza che può essere reimpiegata per favorire la creazione di nuove forme di capitale adeguato alla discesa dell’energia. Molto dell’ottimismo relativo alla sostenibilità si riferisce all’applicazione della tecnologia e dell’innovazione. Le strategie della permacultura utilizzano queste opportunità, pur mantenendo un sano scetticismo basato sulla premessa che l’innovazione tecnologica è spesso un “cavallo di Troia” che ricrea i problemi in forme nuove. A parte il bisogno di fare distinzioni nell’uso della tecnologia per costruire nuovi capitali, l’innovazione tecnologica è di per sé una riserva di ricchezza che perderà di valore progressivamente durante la discesa dell’energia, sebbene ad una velocità minore dei beni fisici e delle infrastrutture.


Approfondisci questo principio: scarica il pdf [dal libro Permacultura di David Holmgren]

partecipa al CORSO DI PERMACULTURA
che si terrà a Cagliari dall'11 al 22 Settembre 2012.
segui l'evento su facebook e unisciti al gruppo Mani nella Terra
PRENOTA a maninellaterra.permacultura@gmail.com
Quando l’uomo pianta alberi
sotto i quali sa benissimo che
non riuscirà mai a sedersi,
ha cominciato a scoprire
il vero senso della vita.

- Elton Trueblood

Letture consigliate
Introduzione alla Permacultura - Libro
Bill Mollison, Reny Mia Slay
Introduzione alla Permacultura
Aam Terra Nuova Edizioni
Buono
Permacoltura
Bill Mollison, David Holmgren
Permacoltura
Libreria Editrice Fiorentina

Permacultura - Libro

David Holmgren
Permacultura - Libro
Il Filo Verde di Arianna
Sufficiente
Permacultura per Tutti - Libro
Patrick Whitefield
Permacultura per Tutti
Aam Terra Nuova Edizioni
Buono
La Rivoluzione del Filo di Paglia
Masanobu Fukuoka

La Rivoluzione del Filo di Paglia
Libreria Editrice Fiorentina
Da non perdere
La Rivoluzione di Dio, della Natura e dell'Uomo
Masanobu Fukuoka
La Rivoluzione di Dio, 
della Natura e dell'Uomo
Libreria Editrice Fiorentina
Da non perdere
La Fattoria Biologica
Masanobu Fukuoka

La Fattoria Biologica
Edizioni Mediterranee
Da non perdere
Masanobu Fukuoka: Lezioni Italiane
Giannozzo Pucci,
Masanobu Fukuoka
Lezioni Italiane
Libreria Editrice Fiorentina
Buono

Grazie per aver letto il nostro articolo, se ti è piaciuto condividilo!