• Guarire con il Metodo Gerson - libro e documentario

    in un articolo precedente ho brevemente anticipato il metodo Gerson riportando un intervento del nipote del Dott. Max Gerson tratto dalla conferenza alla Cancer Control Society nel 2009. di seguito vi presento invece il libro.

    Guarire con il Metodo Gerson + DVD
    Da non perdere
    Scritto a due mani da Charlotte Gerson e Beata Bishop Guarire con il Metodo Gerson + DVD "Se solo avessimo saputo", è un compendio unico: parla diffusamente e nei dettagli del metodo Gerson ed è stato tradotto in molte lingue.
    La co-autrice Beata Bishop ha circa 85 anni e grazie alla Terapia Gerson, una trentina di anni fa, sopravvisse a un melanoma a diffusione al IV stadio, una patologia letale per cui la prognosi comune va da sei settimane a sei mesi.
    Per informazioni sul metodo Gerson in Italia, si può contattare Margaret Straus (margaret.straus@fastwebnet.it) nipote del dott. Gerson. Ecco una sua intervista esclusiva su come, quando e perché utilizzare la terapia.


    In che cosa consiste la terapia Gerson?
    La terapia nutrizionale/disintossicante del Dottor Max Gerson per la guarigione e prevenzione del cancro e di altre malattie "incurabili" è un approccio di fondo al problema delle malattie croniche. Si tratta di una dieta di succhi di verdure e ricette vegetariane, senza sale e senza grassi animali, integrata con supplementi alimentari, rimedi erboristici e diverse altre attività capaci di restituire energia e salute ai pazienti. Gerson osservò che "ristabilendo il meccanismo risanatore del corpo", cioè correggendo le turbe del metabolismo basale che permettono lo sviluppo delle malattie croniche, tutti i sistemi dell'organismo possono venire riportati al giusto funzionamento. Il corso delle malattie croniche, cancro incluso, può così venire invertito.

    Come agisce la terapia?
    La terapia agisce simultaneamente in tre modi. La prima fase è la disintossicazione. Si realizza somministrando ai pazienti notevoli quantitativi di succhi di frutta e di verdura biologica fresca, uno speciale passato che stimola l'eliminazione attraverso i reni, e un grande numero di clisteri di caffè (pure biologico), poiché la caffeina serve ad aprire i dotti biliari che liberano grandi masse di materiale tossico. I succhi freschi contribuiscono anche alla seconda parte della terapia: aiutano il corpo a ottenere le sostanze nutrienti essenziali, i minerali e le vitamine in forma facilmente digeribile. Vengono somministrati altri alimenti: frutta e verdure, crudi o appena cotti, rigorosamente coltivati con sistemi biologici, insalate verdi e il passato già citato, preparato di fresco con verdure ed erbe specifiche. I succhi stimolano inoltre il fegato ed i reni ad eliminare le tossine accumulate. La terza fase del trattamento è la terapia epatica di sostegno sotto forma di ioduro organico e inorganico, notevoli quantitativi di una combinazione di tre sali di potassio in soluzione al 10% (acetato, gluconato e fosfato di potassio), enzimi pancreatici e vitamina B3.

    Il metodo Gerson è spesso associato solo alla cura del tumore: per quali altre patologie si rivela utile?
    Il Dottor Gerson sosteneva che nel cancro è decisivo il mutamento del quadro patologico generale, e non sintomatico. In altre parole il cancro è una malattia non-specifica e di conseguenza anche la terapia è non-specifica. Viene usata con pazienti di ogni età affetti da ogni tipo di cancro, e può venire modificata per il trattamento di malattie croniche non maligne, a seconda della gravità. Sarebbe più facile elencare le patologie che non rispondono alla terapia Gerson che non quelle che sono perfettamente guaribili. Ma per restare nel positivo, un parziale elenco di condizioni “incurabili” curate con la terapia includerebbe asma, allergie, artrite reumatoide, diabete, ipertensione, ipercolesterolemia, obesità, osteoporosi, emicranie, endometriosi, epatite, fibromialgia, iperattività, lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, sclerosi multiple, e molte altre.

    La terapia può essere utilizzata anche a scopo preventivo?
    Nel suo capolavoro storico Una terapia per il tumore – 50 Casi Guariti, il Dottor Gerson dedica il terzo capitolo alla Prevenzione. Descrive gli obbiettivi di una sana alimentazione preventiva in questo modo: “garantisce un flusso ininterrotto di energia quotidiana, forza e riserve per il lavoro e altre attività”. Con la sua dieta preventiva le persone riuscivano a ottenere un’assicurazione sulla vita, precedentemente negata, e a diventare genitori in certi tipi di sterilità. Vivevano in piena attività e buona salute.

    Quali consigli si sente di dare a chi volesse accostarsi alla terapia Gerson?
    Direi di ricordare che la terapia è uno strumento di precisione e ogni sua componente ha un ruolo importante e influenza tutte le altre parti. Va praticata nella sua interezza, senza omettere un solo dettaglio. Cominciate la terapia solo se siete realmente intenzionati a mantenerla fino al raggiungimento della salute vera e totale. Anziché sopprimere i sintomi, la Terapia Gerson può guarirvi davvero e assicurarvi un futuro sano. La scelta è nelle vostre mani. Studiate il libro Guarire con il Metodo Gerson per capire cosa vuol dire esattamente sottoporsi alla terapia.


    ora guarda il documentario "Se solo avessimo saputo"... e poi non dire di non saperlo!
  • 0 commenti: