leggi prima QUI

Le tematiche legate alla spesa sanitaria e all’impatto ambientale ruotano intorno alle nostre scelte alimentari. Acquisire consapevolezza di ciò ed essere informati sull’importanza del proprio stile di vita è un passo importante per prendersi cura di sé.

Un equilibro delicato, è un documentario basato su interviste a medici, nutrizionisti, ricercatori di varie università nel mondo; arricchito da animazioni esplicative, fornisce spiegazioni approfondite sul ruolo dell'alimentazione per promuovere la salute o causare gravi malattie (croniche e autoimmuni). Un documento importante per capire come evitare i danni di un'alimentazione sbagliata e difendere la nostra salute.

La voce narrante conduce il pubblico attraverso le varie tematiche, mentre le interviste ai vari scienziati consentono di ascoltare, dalla viva voce di medici che hanno lavorato per decenni nel campo della nutrizione, spiegazioni semplici ma rigorose sui meccanismi che portano alla formazione delle malattie oggi più diffuse a causa di un'alimentazione errata, basata in particolar modo sui prodotti animali.
Viene anche trattato il tema dell'impatto devastante sull'ambiente degli allevamenti e della pesca, nonché il tema della sofferenza e morte degli animali allevati.
La conclusione ci invita a prendere in mano le redini della nostra vita, della nostra salute e del futuro del pianeta attraverso una semplice scelta…

Tra gli intervistati c'è anche T. Colin Campbell autore insieme al figlio Thomas M. Campbell di "The China Study", il libro riconosciuto come lo studio più completo e affidabile sul rapporto tra la dieta e il rischio di sviluppare malattie, da cui questo documentario nasce e prende ispirazione. Leggi un'anteprima del libro dal sito di macrolibrasi!

A delicate balance è distribuito in Italia da AgireOra Edizioni ed è liberamente divulgabile. Puoi guardarlo qui, oppure su YouTube http://www.youtube.com/watch?v=CZPO0HayO_c

E come disse Ippocrate: lascia che il cibo sia la tua medicina, e la medicina sia il tuo cibo

Grazie per aver letto il nostro articolo, se ti è piaciuto condividilo!