• contro l'omofobia e la transfobia



    "quando facevo il militare mi hanno dato una medaglia per aver ucciso due uomini
    e un congedo per amarne uno."

    questa è la tomba di Leonard Matlovich, sergente durante la guerra del Vietnam e congedato dal servizio militare il 22 ottobre 1975 in seguito alla sua pubblica dichiarazione di omosessualità comparsa sulla copertina della rivista "TIME" del mese di settembre, stesso anno.


    Un primo importante passo contro l’omofobia (intesa come quell’insieme di comportamenti e sentimenti contrari all’omosessualità e alle persone omosessuali) fu compiuto nel 1990, quando l’omosessualità fu ufficialmente rimossa dalla lista delle malattie mentali nella classificazione internazionale delle malattie pubblicata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

    Tuttavia l’omofobia e la transfobia (ovvero l’avversione e ladiscriminazione nei confronti delle persone transessuali o transgender) sfociano ancor’ oggi in esclusione sociale e comportamenti discriminanti, anche gravi, nella società o nel mondo del lavoro. Senza contare che in decine di Paesi l’omosessualità è considerata un reato, per il quale si paga con il carcere o con la vita (vedi il caso dell'ugandese David Kato Kisule).

    Promossa dall’Unione Europea a partire dal 2007, questa giornata si propone come momento di sensibilizzazione contro l’intolleranza di ogni orientamento sessuale, così come espressamente previsto anche nella Carta per i diritti fondamentali dell’Unione Europea - art. 21: “È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali”.

    Il Governo Italiano, attraverso il Ministero per le Pari Opportunità, ha aderito all’invito dell’Unione Europea e ha promosso dal 2009, per la prima volta, una specifica Campagna nazionale contro l’omofobia.

    Risoluzione del Parlamento europeo sull'omofobia in Europa del 18-01-2006:
    - "L'omofobia può essere definita come una paura e un'avversione irrazionale nei confronti dell'omosessualità e di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali (GLBT), basata sul pregiudizio e analoga al razzismo, alla xenofobia, all'antisemitismo e al sessismo"
    - "(...) l'omofobia si manifesta nella sfera pubblica e privata sotto forme diverse, quali discorsi intrisi di odio e istigazioni alla discriminazione, dileggio, violenza verbale, psicologica e fisica, persecuzioni e omicidio, discriminazioni in violazione del principio di uguaglianza, limitazioni arbitrarie e irragionevoli dei diritti, spesso giustificate con motivi di ordine pubblico, libertà religiosa e diritto all'obiezione di coscienza"

    QUESTO BLOG SI DICHIARA A FAVORE DI OGNI IDENTITA' SESSUALE. E TU?
    PRENDI POSIZIONE, RISPONDI AL SONDAGGIO QUI

    l'omosessualità è stata trovata in 450 specie.
    l'omofobia soltanto in una.

    in molti si preoccupano di come spiegare l'omosessualità ai propri figli...
    ve lo dico io, in 54 secondi!

    Se anche tu riconosci la libertà e il diritto di amare, oggi condividi questo articolo
    e denuncia i gruppi facebook o i siti omofobici.


  • 0 commenti: